Il 13 e il 20 novembre 2016 a Mondaino i visitatori potranno assaggiare una serie di ghiotte sorprese, disponibili anche per essere acquistate direttamente dai produttori locali:

Tuber Magnatum Pico – Tartufo bianco pregiato delle colline riminesi

Sono due le qualità di tartufo che costituiscono il vanto delle colline riminesi e del territorio mondainese in particolare: il bianco pregiato e il nero. Gli amanti di questo prezioso tubero potranno apprezzarlo, servito in menù tematici, nelle osterie appositamente adibite per la manifestazione, nei ristoranti e negli agriturismi di Mondaino e dintorni.

Sagra Formaggio di Fossa di Mondaino

Come ogni anno in questo periodo sarete partecipi della sfossatura del formaggio di fossa, tesoro del sottosuolo ottenuto dalla fermentazione naturale del pecorino estivo all’interno di apposite fosse.
Le fosse di stagionatura sono ambienti sotteranei, scavati nell’arenaria, che dall’antichità venivano adibite alla conservazione e alla stagionatura dei prodotti agricoli.

Venere

Di ciò che vive il diletto sia fine, e tra i diletti quel di Venere e Bacco il maggior sia.

Le botteghe artigiane

In occasione della sagra del Formaggio di Fossa saranno presenti artigiani locali che sarà possibile ammirare durante il lavoro. Nella via centrale del paese si troveranno: il costruttore e riparatore di fisarmoniche e di strumenti musicali Benito Galanti; Milena Gasparini, mosaicista, che nelle due domeniche terrà un corso breve di mosaico destinato a tutti.

Musei Mondainesi

A novembre sarà possibile, visitando il Museo Paleontologico sito in Piazza Maggiore n. 1 e vedere, tra le altre cose, la ricostruzione interamente in cotto della Rocca Malatestiana mondainese realizzata da Luciano Polidori.

Veniteci a trovare, non ve ne pentirete.