home

A dì 29 de novembre [1459] el signore conte se abocò co lo signore Gismondo […] se fecero feste assai tra Mondaino et Monte le Vecchie in uno pogetto del tereno de Mondaino”.

Così si legge nelle cronache riportate da ser Guerriero da Gubbio, che racconta in quel dell’Umbria della vicende che stanno accadendo in un paese al confine tra Marche e Romagna tra Sigismondo Pandolfo Malatesta e Federico da Montefeltro.
Le antiche signorie dei Malatesta e dei Montefeltro, e in particolare Sigismondo e Federico, non furono nemiche solo sui campi di battaglia, ma anche nei modi di gestire il potere, di concepire il mondo e perfino nello stile di vita personale, ma entrambe a loro modo contribuirono a importanti esperienze artistiche e culturali del rinascimento italiano.
A ricordare questo momento storico così intenso, a Mondaino, nella seconda metà del mese di agosto, si disputa il “Palio del Daino”.

A rendere unica la manifestazione non sono solo le disfide tra le contrade, Borgo, Castello, Contado e Montebello, ma la minuziosa ricostruzione storica della vita del tempo.

Durante la manifestazione si ha l’opportunità di assistere, lungo le antiche vie del centro storico alle numerose sfilate dei cortei con magnifici costumi rinascimentali, ai giochi disputati dalle contrade, ai numerosi spettacoli con sbandieratori, combattenti, trampolieri, saltimbanchi, giullari, streghe.
Unica, per ricchezza e ricerca filologica, è la ricostruzione delle arti e mestieri e della vita materiale del quindicesimo secolo, che crea la reale sensazione di vivere l’atmosfera di quel periodo.
Per rendere più verosimile la ricostruzione vi sono rappresentati anche gli aspetti meno nobili della vita quotidiana, quelli al confine della legalità, con riproduzioni fedeli del lebbrosario e del postribolo, mentre il “Mestiere della guerra” con le sue forti emozioni, è riscoperto aggirandosi negli accampamenti delle milizie, dove si alternano dimostrazioni di combattimento.

A conclusione di quattro giorni indimenticabili, è d’obbligo una tappa nelle antiche taverne che per pochi soldi alleviano la fatica dei viandanti con abbondanti libagioni ed ottimo vino offerti con tutta la passione e l’allegria che le genti di Romagna sanno dare.
 

Per informazioni: www.mondainoeventi.it